Roma dall’alto: L’Uliveto Roof Garden

Roma nasconde mille posti incantevoli dove potersi rifugiare, oggi ne abbiamo scoperto uno davvero speciale!

L’uliveto, roof garden dell’Hotel Diana, è pronto a conquistare chiunque riesca a scovare quest’oasi di gusto e tranquillità.

L’hotel dal 1939 ne ha decisamente fatta di strada e viene gestita con amore da 4 generazioni, che hanno saputo reinventarsi, in oltre 80 anni di intensa attività. 

La terrazza si trova al settimo piano, e ancora prima di sedersi si ha già la percezione di essere in un mondo sospeso, ben lontano dal caos cittadino.

Non è un semplice spazio all’aperto chic e stereotipato, sembra invece una grande terrazza di famiglia, di quelle curate con amore e passione.

Gli ulivi incorniciano sapientemente l’ambiente, lasciando spazio a gelsomini profumatissimi e altre piante colme di colore.

Troviamo addirittura una chicca nella chicca: una piccola torretta, perfetta per una serata romantica, dove la vista e l’atmosfera salgono veramente alle stelle.

Caterina De Angelis, volto di riferimento della struttura, invita ogni cliente a regalarsi una piccola fuga, culinaria e non solo, nel suo piccolo grande mondo.

Questa è anche la chiave per differenziarsi: la continua ricerca personale, che spicca tra tante realtà alberghiere ormai standardizzate.

Non siete in un semplice albergo in centro a Roma, siete ospiti di una famiglia che sa accogliervi con calore e voglia di mettersi in gioco.

Ma parliamo di cucina!

Il percorso culinario è affidato al giovane chef Alessandro Pinca, che offre una cucina consapevole e ricca nella sua semplicità.

La scelta delle materie prime è minuziosa e fiabesca. Piccole e deliziose realtà del territorio laziale vengono proposte magistralmente. Non c’è futile esaltazione del prodotto, perchè il cibo quando è di alta qualità sa glorificarsi da solo.

I condimenti sono misurati ed i sapori estremamente equilibrati.

Pinca racconta la sua ricerca, i suoi occhi chiari e limpidi rivelano grande passione e dedizione per il suo lavoro.

Il menù accontenta tutti i gusti e tutti i momenti della giornata, difatti è aperto per il brunch, il pranzo, l’aperitivo e la cena. 

Dai piatti più freschi, ideali per un pranzo veloce, come il Roast-Beef di Bovino adulto laziale “Marango” alla senape e patate delle campane laziali alle Tartare, sfiziosissime.

Si passa poi a proposte più adatte all’aperitivo come fritti, taglieri con prelibatezze nostrane e pinse. Da segnalare il supplì, simbolo della tradizione romana, con pomodorini Torpedino del Lazio di Sabaudia.

Arrivando poi alla cena con primi piatti indimenticabili, tutti con pasta fresca fatta dallo chef. Una vera goduria per il palato e per la mente.

Il roof garden si presta anche e soprattutto ad eventi privati come meeting, feste e cerimonie. 

Lasciatevi incantare dall’atmosfera idilliaca e dalla cucina incantevole e sincera del Roof Garden dell’Hotel Diana. Non potrete che uscirne estasiati.

 

 

 

error: Il contenuto è protetto da copyright !