Riscoprendo le colonne sonore

Spesso quando mi ritrovo a scrivere metto su una playlist di quelle già belle confezionate tipo “relaxing piano”, a voi è mai capitato?

Grazie a loro anzi ho riscoperto tanta bella musica, di quella che ti rimette in pace con l’universo. Un giorno, stanca delle varie solite playlist ormai ascoltate mille volte, mi imbatto in una delle mie colonne sonore preferite, quella di “Finding Neverland”.

Beh, mi sono messa a piangere come una ragazzina. Ricordavo ogni momento, ogni scena collegata ad ogni nota, tutto scorreva limpido.

Da quel giorno ho iniziato ad ascoltare solo colonne sonore, tra le più diverse. La musica racconta, scolpisce, penetra. Il film più bello del mondo con la colonna sonora sbagliata sarebbe un vero disastro. 

Si riescono a riconoscere i personaggi, le loro smorfie, le loro camminate, i posti che attraversano solo ascoltandone i temi. 

Provate anche voi, digitando il vostro film preferito seguito da soundtrack, abbandonatevi ad esso, “riguardatelo” in una chiave completamente nuova. 

Oppure potreste “guardare” un film mai visto attraverso la musica, magari rimandando la visione tra qualche mese, per vedere cosa siete riusciti ad interiorizzare da essa.

Troverete nel vostro viaggio musicale sensazioni, legate magari alla loro o alla vostra storia, completamente rinnovate ed emozionanti. 

Sembra quasi risultare un percorso sensoriale, tra i più personali e profondi. Solo l’arte può regalarci questo. 

In un mondo in cui le arti sono state messe alla gogna, riscopriamole attraverso noi stessi, per averne più cura e considerazione nel futuro.

Di seguito vi lascio alcune tra le mie colonne sonore del momento!

Postate le vostre preferite con #favsoundtrackWT! Condividiamo insieme un po’ di buona musica.

error: Il contenuto è protetto da copyright !