S. Valentino a Montepulciano, 500 anni dopo

A Montepulciano, pedalando con Andrea (www.bybike.it) lungo le stesse strade sterrate che un tempo si percorrevano a piedi o su un carro, si ha la sensazione che – fra i filari di vite a perdita d’occhio che rivestono la Valdichiana – il tempo si sia fermato al 1500. Poi, a lume di candela festeggiando il S. Valentino più artistico che si possa immaginare: in un’altra epoca.

E se si viene rapiti dal trasporto con cui il proprietario della incantevole cantina De’Ricci (www.cantinadericci.it) racconta la storia di quel posto e delle sue origini, ci si sente un po’ parte di quel palazzo. Sì, perché le cantine si trovano sotto i palazzi, nobiliari e non, alcune anche in pieno centro abitato.

Seguendo la strada del vino, si arriva all’omonima associazione (www.stradavinonobile.it) guidata da Bruna: ne parla come fosse un’altra sua figlia, perché valorizza il territorio tutto aiutando i piccoli produttori locali a farsi conoscere. Stesso entusiasmo trascinante lo si trova in Cristian, che nella sua enoteca (www.enotecaladolcevita.it) ristora amabilmente i viandanti, americani e non.  

Alloggiando alla riservata Locanda San Francesco (www.locandasanfrancesco.it) si possono incontrare vip in incognito in terrazza ascoltare buona musica bevendo un tè, assaporando le atmosfere rarefatte dei panorami mozzafiato.

Inebriandosi della vista a 360°, si arriva alla Tenuta Santa Venere, dove c’è una cantina a dodici lati, un gioiello d’architettura moderna ispirata a quella rinascimentale (www.triacca.com) con un industrioso sistema di areazione costante.

Ancora citazioni classiche nei gioielli del laboratorio orafo del centro storico dove Chiara riproduce con le stesse tecniche tipici monili antichi (www.aliseda.it). 

Poco fuori le mura, a valle, tipico esempio di arti e mestieri tramandati gelosamente da padre in figlio (www.la-falegnameria.it) con rivisitazioni moderne di oggetti del passato. Ridare vita a mobili in disuso o crearne di nuovi con materiali di scarto, consente di realizzare ai due artigiani pezzi veri pezzi unici di industrial design, con gusto, riciclo creativo di oggetti industriali e funzionalità. 

Toscana (www.regionetoscana.it) regione superbamente bella e sorprendentemente moderna nel suo classicismo. Questo e altro è dipinto in un vero e proprio “quadro” del ‘500 intitolato “Valdichiana” (www.valdichianaliving.it) dove spicca l’aristocratica Montepulciano.

Soggiorno ideale per chi ama bellezza e coerenza di stili, garbo e accoglienza, amore per le tradizioni e vacanze attive, fughe romantiche (www.montepulcianoamoremio.it) o tour enogastronomici. Non senza il premio di una puntata alle terme sensoriali di Chianciano (www.termesensoriali.it), poco distanti.    

error: Il contenuto è protetto da copyright !