Match senza vinti

Amore come incontro, talvolta sul ring. Il combattimento che ogni giorno due coniugi devono fare per tenere salda la coppia è un incontro di boxe dove, nel migliore dei casi, non perde nessuno.

Ed è proprio su un ring, allestito nel palcoscenico, che lo spettacolo Match – con gli ottimi Michela Andreozzi e Massimiliano – va in scena. Riconoscersi nell’altro/a, sentirsi rappresentato/a, tollerarne i difetti: di questo si tratta.

E ciò è quanto si vive – e viene egregiamente descritto dai due attori, coppia d’arte e nella vita – in un matrimonio.

Soli si sta male, ma meglio soli che male accompagnati: se ci si cerca, ci si affeziona, ci si consola è perché c’è una qualche affinità elettiva, nel bene e nel male.

Disinnescare, non raccogliere le provocazioni, allentare sterili polemiche e – piuttosto – sentirsi rassicurati dalle piacevoli, consuete abitudini domestiche di coppia.

Per intraprendere un viaggio d’amore occorre carburante (rispetto), mezzo (persona) e meta (valori condivisi). Solo così un comune desiderio si trasforma in un progetto realizzato.

Michela Andreozzi e Massimiliano Vado interpretano le molteplici sfaccettature di una stessa umanità che si attrae, si respinge, discute, si abbraccia, si ama.

Roma, Teatro Golden fino al 20 marzo.

error: Il contenuto è protetto da copyright !