“Carosone? Lo conoscevo bene” ricorda il fantasista Jack Lacayenne (video)

Dallo Swing Splash al The Royal Swing Fest, da A Taste of Boogie al Be Bop Perugia, dal Two Teachers in Town allo Swing Harbour, dal Janboree di Senigallia al Policoroswing, dal Bcn Shag Festival al Sicily Balboa Exchange: anche quest’anno tutta la penisola risuonerà di melodie immortali e allegrissime, con le dovute accortezze di distanziamento sanitario, ma con lo spirito di sempre. Dalla sua tomba a Trevignano Romano, dove ha scelto di rimanere per sempre dopo avervi trascorso gli ultimi anni della sua vita, il grande Carosone sarà felice di ascoltare – per il IV anno consecutivo – le sue canzoni indimenticabili, facendo ballare vecchi e bambini come negli anni ’50. Quest’anno, inoltre, al via il primo concorso musicale in suo onore, che ha visto giovanissimi esibirsi in arie classiche e melodiche. Molti gli appasionati, i cultori del genere e i semplici curiosi che si sono assicurati un posto sul battello musicale, dove una selezione di vinili curata dal dj Arpad presentata da sua moglie Lalla hop ha condotto in un viaggio nella memoria dell’Italia più spensierata. Appuntamento al prossimo anno, sempre il 29 giugno, per il primo quinquennio del Festival Caro… Swing!        

 

Interviste a Jack Lacayenne, al quale il grande m° Carosone dedicò un brano dei suoi più famosi. Il fantasista dà consigli ai giovani che vogliono intraprendere l’attività cabarettistica-teatrale, spronandoli a non mollare:

error: Il contenuto è protetto da copyright !