Posti insoliti: in vacanza nel reatino

Il Monte Terminillo può costituire una valida alternativa ad una vacanza chiassosa e complicata, in tempi di pandemia: silenzio, aria purissima e prati verdi dove non incontrare nessuno per chilometri se non disciplinati trekker che cedono il passo educatamente sui sentieri. Allora, impostiamo il navigatore su Pian de’ Valli, e… via!     

Da qui (quota 1625 metri), gli escursionisti, accompagnati da guide esperte, si può raggiungere Campoforogna per iniziare il cammino. Seguiti per tutto il trekking dalla maestosa cima del Terminillo (2216 m.), si può ammirare il  Monte Elefante (2105 m.), con la sua forma caratteristica da cui prende il nome, camminando prima per una sterrata fino alla Sella del Terminilluccio, per poi raggiungere attraverso tornanti panoramici i 2108 metri del Rifugio Rinaldi.

Dalla terrazza panoramica del Rifugio, si spalanca una vista mozzafiato su tutte le più importanti vette del Centro-Italia. Ben visibili vari laghi, incluso quello di Bracciano. Poi, pronti ad assaggiare piatti caldi tipici al rifugio, o pranzo al sacco, a scelta.

Una meta adatta a tutti, sportivi e non, e anche alle famiglie con bambini. Un territorio ospitale, dove poter degustare prodotti genuini di alta qualità e praticare innumerevoli attività all’aria aperta dal trekking, alle escursioni, all’arrampicata, all’equitazione, alla mountain bike, nonché lo sci e diversi altri sport nel periodo invernale.

Un’occasione imperdibile per conoscere ed apprezzare i territori vicino la Capitale, esclusivi perchè non così facilmente raggiungibili dal turismo di massa. Per gli amanti  dell’aria tersa di montagna, il Monte Terminillo, immerso in un contesto naturalistico unico è particolarmente adatto ad essere esplorato in sicurezza in questo periodo di auspicata ripresa del settore turistico, con servizi e strutture ricettive idonee. Nei dintorni, poi, vasta l’offerta di bellezze artistiche da visitare.

Intervista:

error: Il contenuto è protetto da copyright !