L’Italia post Covid tornerà ad attrarre il turismo

La redazione esprime tutta la nostra solidarietà alle colleghe/i che operano con passione nel settore del turismo e a tutte le altre categorie di operatori colpiti da questa emergenza. Sull’imminente stagione estiva, i dati non sono rassicuranti per l’intera economia nazionale e – in particolare – per questo settore. Le prime stime ipotizzate da Confcommercio, infatti, parlano di una perdita sul comparto turistico che si aggirano intorno ai 13 miliardi di euro (dati aggiornati al 13 marzo 2020).
È questo il momento di fermarsi. È questo il momento dell’impegno civico, della consapevolezza e della collaborazione. È questo il momento in cui, come non mai, è importante ragionare come rete. In un momento in cui ci si prepara per la ripartenza del settore, le strutture turistiche ripartono con molte penalità dovute alla situazione contingente.
Ma l’Italia, con la sua vastissima offerta, può soddisfare i requisiti di pace, ecologia mentale, rigenerazione, distanziamento e salubrità richiesti dalla pandemia in atto. Adeguandosi alla normativa, le strutture ricettive aumenteranno il loro standard qualitativo e, anche se con flussi contingentati, potranno contare senz’altro su una clientela ‘nostrana’ rafforzando, così, la fiducia del viaggiatore nella destinazione scelta. Tante le iniziative in essere:

MANIFESTO GIST/NEOS

Rilancio del brand Italia con una campagna internazionale di marketing, sostegno all’editoria turistica, collaborazione tra Regioni e Ministero per una promozione coordinata del Sistema Turistico Italia. Sono le tre richieste contenute in un Manifesto rivolto al Governo dal Gist, (Gruppo Giornalisti della stampa Turistica) e Neos (Giornalisti di viaggio associati). “Il turismo rappresenta circa il 13% del Pil italiano e il 6% dell’occupazione, in una rete di decine di migliaia di imprese, per circa 250 miliardi di valore, si legge sul Manifesto. Nel rilancio dell’economia turistica post coronavirus, si dovrà agire all’interno della filiera: istituzioni, agenzie, tour operator, strutture ricettive, ristorazione, vettori, servizi, informazione. Ciascuno nel rispetto del proprio ruolo e funzione, individuando ‘buone pratiche’ e puntando sull’eccellenza”. Gist e Neos hanno infine ricordato quanto la crisi abbia inciso anche sulla stampa di settore, come emerge da un loro recente sondaggio, secondo il quale l’emergenza ha contratto il lavoro fino al 50%, per il 74% dei giornalisti, un calo dovuto per il 43% alla sospensione di pagine di turismo.

RINASCITA DIGITALE

Per gli operatori del settore, un progetto di formazione gratuita no-stop: “BTO Reshape: il nuovo volto del turismo”, la giornata evento è realizzata in collaborazione con BTO – Buy Tourism Online, manifestazione leader in Italia sul binomio travel e innovation che si svolge ogni anno a Firenze da ormai 12 edizioni. Lo speciale format in programma martedì 28 aprile dalle ore 9 alle 18, prevederà una vera e propria maratona virtuale in cui – a passarsi il testimone – saranno i maggiori esperti del travel 2.0 e innovation technology in campo nazionale. Il programma sarà suddiviso in 4 sessioni da 2 ore ciascuna, questi i temi: Reshape Innovation, Reshape Destinations, Reshape Hospitality, Reshape Food and Wine, oltre a un intervento centrale dal titolo Reshape l’Onlife post Covid, a cui parteciperà, tra gli altri, il direttore scientifico di BTO, Francesco Tapinassi. Tra gli speaker che interverranno: docenti universitari, esperti di marketing, albergatori, chef stellati nonché rappresentanti di top brand del turismo internazionale come Airbnb, Best Western, FareHarbor (Booking Holdings). Tutti soggetti che condividendo con il pubblico la loro idea di rinascita, forniranno anche consigli pratici per quanti cercano un arricchimento professionale con un approccio indirizzato al futuro post Covid. La partecipazione è gratuita previa iscrizione al form: https://us02web.zoom.us/webinar/register/WN_tF2ifS8JRnaYFoqFZf0g2w

UN MARCHIO DI GARANZIA

Il turismo italiano chiede un protocollo sanitario per i clienti e per i dipendenti delle aziende. La fiducia c’è, i primi segnali di ripresa anche. Tra gli operatori dell’incoming e i commentatori del settore balneare c’è l’esigenza di una regia unica che proietti sui mercati esteri il messaggio che ovunque si scelga di prenotare in Italia, lì si troverà una destinazione sicura. Le società di animazione per vacanze e le agenzie di viaggio registrate presso l’Autorità Turistica Nazionale possono richiedere la dichiarazione come realtà “Clean & Safe”. A creare questo marchio è stato Turismo de Portugal, per distinguere quelle attività turistiche che assicurano il rispetto dei requisiti di igiene e pulizia per la prevenzione e il controllo del Covid-19 e altre possibili infezioni. Questo riconoscimento è annuale, gratuito e facoltativo, e richiede l’implementazione nelle aziende di un protocollo interno che, secondo le raccomandazioni della Direzione Generale della Salute, garantisca le procedure di igienizzazione necessarie per evitare rischi di contagio.

DA B&B A UFFICI TEMPORANEI

Al termine del lockdown sarà possibile, in un primo momento a Roma e poi nel resto d’Italia, scegliere sul portale bnbworkingspaces.it l’appartamento che fa al caso proprio, fra decine di case di fascia medio alta attrezzate con le dotazioni necessarie alle esigenze degli smart workers: spazi computer friendly, connessioni Wi-Fi ad alta velocità, sedie ergonomiche, sistema di self check-in, oltre ad una pulizia accuratissima e sanificazione dei luoghi ad ogni nuovo affitto. Alle dotazioni base, inoltre, si aggiungeranno servizi di personal assistant da remoto, servizio stampa e consegna, help desk informatico.

SPA E CENTRI WELLNESS

Introdotte nuove regole e disciplinari di protezione e sanificazione degli spazi comuni della SPA e degli alloggi ancora più marcati, con uno specifico riguardo all’approccio del personale con gli ospiti, che dovranno sentirsi garantiti e sicuri senza che sia non sia disatteso il concetto di “vacanza tranquilla”.

AGRITURISMI

Le strutture che al loro interno prevedono l’uso di spazi aperti e aree attrezzate per il relax e lo sport en plein air sono favoriti per la distanza di sicurezza garantita fra gli ospiti. Degustazioni e circuiti, corsi tematici ed esperienziali saranno possibili a numero chiuso e in massima sicurezza. Per una vacanza fatta di sole, natura e relax all’insegna del benessere.

VIAGGI SOLIDALI

C’è chi ama scoprire un Paese partendo dalle sue problematiche socio ambientali, e magari rendendosi utile. ViaggieMiraggi si occupa di promuovere in Italia e nel mondo il turismo responsabile, un nuovo modo di viaggiare alternativo a quello di massa. Da 20 anni il loro obiettivo è far diventare il turismo uno strumento di emancipazione, sviluppo e giustizia sociale per le associazioni locali con cui collaborano. Ora come non mai questi tour operator vogliono farsi portavoce di un settore virtuoso e in crescita, quello del turismo equo e solidale, che deve sperimentare nuove modalità di viaggio e resistere, per continuare ad essere un’importante leva economica e culturale per il nostro Paese. In questo momento delicato il loro impegno è focalizzato sulla volontà di continuare a sostenere le piccole realtà, le associazioni e tutti gli altri soggetti più fragili che operano nel settore, per non rischiare di perdere una grandissima ricchezza culturale che rende il turismo responsabile un’esperienza così straordinaria in Italia e all’estero.

TREKKING ED ESCURSIONISMO

La montagna più e meglio dei luoghi balneari consente il rispetto delle regole di distanziamento preventivo. È il momento di mettere in campo competenza e creatività per esplorare nuove modalità e nuove mete nel rispetto dei valori di responsabilità e sostenibilità con viaggi di incontro culturale per giovani, adulti, famiglie e scuole o attraverso i cammini, grazie ai quali conoscere l’Italia, l’Europa e il mondo a passo lento, ascoltando la natura incontaminata. Occorre valorizzare ancora di più l’Italia attraverso itinerari responsabili, per contribuire alla ripresa del turismo nazionale e sostenere le economie di tutti i territori più colpiti.

VILLAGGI E COUNTRY HOUSE

Grandi spazi verdi, spiagge ampie, territori lontani dal turismo di massa, abitazioni che garantiscono privacy e valorizzano gli spazi privati. I villaggi del gruppo Isaholidays, Isamar Holiday Village a Isolaverde di Chioggia (Ve) e Barricata Holiday Village nel cuore del Parco del Delta del Po, hanno le caratteristiche necessarie per riuscire ad interpretare le esigenze richieste dal momento particolare che stiamo vivendo, mettendo in atto tutte le misure che saranno necessarie per riuscire a vivere in tranquillità le vacanze al mare.

DIMORE STORICHE

Dimore D’Epoca è una realtà che propone un nuovo concetto di accoglienza: una curata collezione di #hotel storici, maison de charme, bed & breakfast e agriturismi di grande pregio, dove vivere emozioni uniche. Ville d’epoca, castelli, antiche fattorie e masserie appartenuti a famiglie blasonate o collocati in luoghi frequentati da illustri personaggi che sono stati sapientemente recuperati e ripensati per vacanze e weekend esclusivi. Luoghi magici che si aprono all’ospitalità, per un viaggio oltre ogni aspettativa. Anch’esse, per i loro grandi parchi e spazi interni, si candidano a soddisfare la clientela che non vuole rinunciare al lusso in sicurezza.

error: Il contenuto è protetto da copyright !