Full monty: spogliarellisti, pur di lavorare

di Ada Braccioli
 
Il Sistina fa il pieno di sex appeal con il musical “The Full Monty”. Lo spettacolo, accattivante e divertente, racconta la storia di un gruppo di disoccupati che vede nello spogliarello per donne, un trampolino di lancio per risollevarsi dalla crisi.
 
Temi attuali, trattati con serietà, cura e un pizzico di leggerezza, lasciano sì l’amaro in bocca ma non dimenticano di divertire lo spettatore.
Paolo Conticini, Luca Ward, Nicolas Vaporidis (al suo debutto nel musical), Jonis Bascir, Gianni Fantoni e Sebastiano Vinci sono il prorompente sestetto pronto a mostrare “come mamma li ha fatti”.
 
Ognuno personalizza il ruolo in maniera estremamente efficace non proponendo personaggi puramente macchiettistici come purtroppo spesso accade. Un sentito plauso alle bravissime Elisabetta Tulli, Valentina Gullace, Laura Di Mauro e Paopiparo,la Pavese. Ensemble di giovani promesse, perfettamente coesi e di tempestivo e valido supporto al cast. L’orchestra dal vivo è diretta dal Maestro Emanuele Friello. 
 
In due ore abbondanti ci si diverte, si riflette, ci si riconosce e si gode anche di un raro caso di spogliarello maschile. Regia e adattamento di Massimo Romeo Piparo. Fino a domenica 8 Marzo al teatro Sistina di Roma. Pronti per il servizio completo?
 
error: Il contenuto è protetto da copyright !