Lucchesìa, meraviglia toscana

La Toscana è al top delle regioni italiane per la sostenibilità ambientale delle sue destinazioni turistiche. Le 19 Bandiere Blu della Costa si uniscono alle 11 Bandiere Verdi dei Pediatri, assegnate a marzo alle località ideali per le vacanze dei bambini, e alle 38 Bandiere Arancioni dei borghi toscani, marchio assegnato dal Touring Club Italiano.

Questo record va d’accordo con attenzione al turista e offerta culturale delle sue province: come la Lucchesìa, che in autunno ospita Murabilia (Grande Mercato botanico), Miac, (esposizione del settore trainante della carta), PhotoLux (mostra internazionale di Word press foto), fino agli attesissimi Lucca Comics (per amanti dei fumetti), e Desco (innovazione e tradizione del cibo 4.0).

L’essenza di Lucca si esprime nella sinuosità dei suoi abitanti che si muovono in bici, e nello stupore che si prova scorgendo un giardino dietro un vecchio portone, o nelle arie antiche che giovani musicisti suonano in Piazza Anfiteatro. Sì, ma Lucca dove: “drento o fora”?, precisano i suoi abitanti, riferendosi al vivere all’interno o meno della cinta muraria… Cinta muraria che i 7000 residenti interni sentono come il loro Central Park: ci si incontra, ci si passeggia, ci si allena.

Del lucchese si dice che sia schivo e non ostenti le sue bellezze artistiche, come la torre Guinigi con alberi che spuntano dal tetto o i suoi romantici vicoli. Ma qui non c’è solo storia: il contatto con modernità e alta tecnologia lo dà un’altra voce rilevante del luogo: Viareggio è considerata la 5th avenue della costruzione mondiale di yacht di lusso, e si può concludere il viaggio in Lucchesìa prenotando un District Tour nei cantieri navali, e sognare una traversata oceanica con tutti i confort.      

Si mangia benissimo, da queste parti come in tutta la regione, soprattutto nella Eat Valley di Bellandi, o – dentro le mura cittadine – da Il Mecenate, solo cucina tradizionale lucchese. Se, sulla costa, si vuol mangiare buon pesce in un’atmosfera un po’ anni ’70, il club nautico Versilia è il posto ideale. A lido di Camaiore il ristorante stabilimento Cavalluccio è gradevolissimo, dopo una giornata sulla spiaggia. Case basse dette ‘viareggine’ accolgono i visitatori appena arrivati in vacanza, e i pescatori sotto ombrelloni colorati, al porto, vendono pesce fresco. E a Viareggio, oltre le splendide testimonianze liberty sul lungomare, val la pena di fare un giro nei cantieri navali dei mega yacht da 20 mln in su, per vedere cosa si prova ad essere plurimiliardari. Ma chi vuole una vacanza culturale e meditativa, oltre che le sontuose ville e palazzi sparsi qua e la, dove ascoltare musica soave dal vivo al tramonto, non può mancare una visita alle case di Giacomo Puccini, oggi musei sempre aperti.

Ma una vacanza è anche potersi addentrarsi nelle ricchezze del territorio per coglierne meglio l’essenza: allora via a Pietrasanta, dove stradine, botteghe e piazzette animano quello che è stato – ed è – un centro artistico per i maggiori scultori internazionali. Le ricchezze geologiche della terra hanno fatto la storia della Lucchesìa, come la tradizione della carta, oggi industra fiorentissima nel Tissue, e materia prima per il carnevale più importante d’Italia che, nell’ultima edizione, ha registrato 600mila visitatori.

Per ulteriori informazioni potete visitare le seguenti fonti:

www.allacortedegliangeli.it

www.anticanorcineria.it/eatvalley

www.clubnauticoversilia.it

www.comune.fortedeimarmi.lu.it

www.comune.pietrasanta.lu.it

www.giacomopuccini.it

www.luccaterre.it

www.musapietrasanta.it

www.palazzopfanner.it

www.puccinifestival.it

www.puccinimuseum.org

www.ristorantemecenate.it

www.viareggio.ilcarnevale.com

www.virtuosobelcanto.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Il contenuto è protetto da copyright !