Sapori liguri

La Liguria è una regione dalle mille sorprese.

Ha il grande pregio di saper accontentare tutti i gusti: mare, collina, montagna, non manca nulla.

Ben collegata con i treni e l’aeroporto, è un piacere scoprirla soprattutto in macchina, dandosi modo di perdersi nelle piccole frazioni e paesini, ricchi di tesori.

Ovviamente qui parliamo di cibo, quindi fatevi qualche giorno di petto di pollo in bianco perché in Liguria si mangia, e non solo focaccia e trofie al pesto.

Non andrò a parlare di posti “navigati”, ma di piccoli borghi sconosciuti, perché le cose buone vanno cercate a fondo.

A mezz’ora da Genova c’è davvero tanto da assaggiare.

Vi consiglio di andare a Montoggio (circa 40 minuti da Genova), in particolare presso l’azienda agrituristica Artemisia dove potrete godere di abbondanti e succulenti pranzetti tipici, comprare diversi prodotti a km 0 e, se doveste avere bimbi al seguito, potrete offrire loro una splendida esperienza, dato che l’agriturismo ha una bellissima fattoria didattica.

Vi piacciono le nocciole? Le creme spalmabili? Perfetto! Passate a Campomorone (30 minuti da Genova) da Il Parodi Gourmet and Spa e mi ringrazierete.

Vicino Rapallo invece, a Località S.Massimo ( 40 minuti da Genova), gli amanti dei formaggi non sapranno più a chi dare i resti. Segnalo l’azienda agricola Dolce Fiorita, produttrice di formaggi di mucca, capra e non solo. Allevatori della mucca cabannina (presidio Slow Food), razza in via d’estinzione.

Lo so che è una tappa abbastanza telefonata, ma già che siete da quelle parti, non vi andrebbe di fare una capatina a Recco (25 minuti da Genova)? Se siete davvero innamorati del formaggio non potete evitare questa sosta. Il panificio Moltedo regna indiscusso nella produzione della più succulenta focaccia al formaggio!

Andateci, amatela e mangiatene tutti.

A Savignone (35 minuti da Genova) troviamo un piccolo paradiso: Il giardino delle Dalie.

Questa azienda non offre solo dei magnifici prodotti a base di Rose (il famosissimo Sciroppo, la confettura e molto altro), ma tiene corsi di potatura, insegna a creare un roseto da profumo (anche ai peggiori pollici verdi come me) e permette di far visitare l’azienda con tanto di degustazione, visita al laboratorio e al loro meraviglioso roseto.

Non ne avete ancora abbastanza? Andando verso Ovest da Genova, andate a visitare Millesimo (un’ora abbondante da Genova), un borgo incantevole nonché città del Tartufo, basta questo per convincervi no?

Ultima  segnalazione, almeno per il momento, è Sassello (un’ora e trenta minuti da Genova), un paesino delizioso, dove si può assaggiare uno degli amaretti più buoni del mondo.

Si può andare inoltre, ad ammirare uno splendido mulino ad acqua e pietra, di inizio 800 e gustarne la farina all’Agrimulino. Perché ammirare una fotografia da un pacco di biscotti quando potete vedere un mulino vero?

Non lasciatevi tentare solo dai posti più gettonati, scegliete una città (Genova in questo caso), prendete la macchina e datevi il lusso di perdervi tra i paesini, questa si che sarebbe una vacanza da non dimenticare.

error: Il contenuto è protetto da copyright !