La strategia del colibrì

Il palcoscenico talvolta è più coinvolgente del cinema, e questo spettacolo ne è la prova. Se si frequentasse di più, il teatro, si proverebbero emozioni autentiche, dirette e non mediate. Come ne ‘La strategia del Colibrì’, un crescendo frenetico di stato d’animo e situazioni di un quotidiano-straordinario. Lo spettacolo è diretto da Massimiliano Vado, scritto e sceneggiato da Roberta Calandra e interpretato da Valentina Ghetti, Barbara Mazzoni e Livio Beshir. Tutti molto credibili, i personaggi,  anche se un po’ sopra le righe, e in maniera grottesca si divertono a raffigurare uno spaccato attuale – sufficientemente nevrotico – della politica. La differenza può unire, nella vita e non solo: questo il messaggio della pièce che veicola la pace nel mondo in un modo surreale e originalissimo, passando attraverso le manìe, le paure, e l’umanissimo bisogno di riconoscimento di ognuno. Il richiamo all’omosessualità femminile è forte, e la complicità in cui si riconoscono e si fondono le due attrici – dapprima antagoniste perché diversissime – è coerente con il senso del testo. Percorso personale ispirato al titolo che, come l’uccellino tropicale – a poco a poco, con delicatezza e costanza – raggiunge i suoi obiettivi. Roma, Teatro Cometa Off, lunedì 6 maggio, martedì 7 e mercoledì 8, ore 21

Copyright © WellTribune

error: Il contenuto è protetto da copyright !